Oct
17

La Rumeur du Monde

La Rumeur du Monde, une série de “Films muets a écouter” / una serie di “Films muti da ascoltare”, Bruxelles, 1990-1996
Fino alla fine, poi si ricomincia. Fino alla fine di un rullo super8, 3 minuti di un traveling in taxi-scooter a Bombay.
Fino alla fine, un uomo si sveglia su una spiaggia, in un film muto, come se tutto dovesse cominciare. Questa scena fa parte di una serie di “film muti da ascoltare” che feci negli anni novanta. Ascoltare nel silenzio della proiezione la RUMEUR DU MONDE, il brusìo, le voci lontane, indistinte, del mondo che puoi solo immaginare.

Oct
06

About/Bio

“Giovanni Cioni è un cineasta della perdita di riferimenti. Lontano dalle abitudini, la sua cinepresa si fa esploratrice, trasformando in territorio ignoto l’ambiente che attraversa.Il suo sguardo sconvolge i codici del documentario. Rimescola le piste della realtà e della finzione. Elabora nuovi spazi, nuove temporalità, da dove emergono umani che sembrano sorgere da un altrove impalpabile.Nella sua impostazione, l’occhio costruisce una realtà, coglie il mondo senza certezze. La sua impronta unica è fatta del marchio di un uomo in ricerca, e dello sguardo di un grande cineasta. “ (Carlo Chatrian, Visions du Réel 2011)

GIOVANNI CIONI, cineasta, ha vissuto tra Parigi (dove è nato