Jun
13

WORKS IN PROGRESS

Per aggiornamenti.

NON È SOGNO (LA VITA),  in corso di montaggio.

Presentazione del progetto, su invito del Circolo Cabana di Rovereto, a Villa Lagarina (Trento), venerdì 15 giugno alle 21 (Sala Nobile, Palazzo Libera Via Garibaldi 12, Villa Lagarina). La presentazione si svolge in occasione della mostra di disegni di Mario Trudu, ergastolano, dal bel titolo “Dove la parola non arriva”, e con la lettura di suoi scritti.

Progetto finalista dell’Atelier Milano Film Network, dicembre 2018, dove ottiene come premio il color grading offerto da Proxima

http://www.giovannicioni.org/projects-2/nuvolela-vita-e-sogno-non-e-sogno-la-vita

VORONOFF – DAL PIANETA DEGLI UMANI, in preparazione

http://www.giovannicioni.org/projects-2/voronoff-dal-pianeta-degli-umani

 

FILM CANTATO, in scrittura

http://www.giovannicioni.org/projects-2/film-cantato

&nbsp… >> Continue reading...

Mar
15

PER ULISSE – NOTE SULL’ESPERIENZA DEL FILM

Penso che se ho fatto il film era per riconoscere qualcosa di me in ognuno dei miei personaggi, per passare del tempo insieme, senza fare domande sulle loro vicissitudini. Ho l’impressione che sia proprio lì, il senso di fare un lfim come questo – nel fatto di creare dei legami con le persone
Mi rendo conto che il film non racconta niente dei loro percorsi. Non descrive la loro vita quotidiana. Racconto solo quello che mi trasmettono.
Non descrivo perchè non parto dalle domande : perchè si confrontano troppo alle domande, degli assistenti sociali, dei medici, dei giudici, della polizia. E volevo evitare il giudizio, il discorso giustificatorio.
Questo è un film sul fatto

Sep
15

settembre 2017: su VIAGGIO A MONTEVIDEO e LABORATORIO NUVOLE

“L’immagine come struttura potenziale, l’immagine come scorcio di un tempo nel paesaggio dell’immagine, l’immagine come una riviviscenza di un punto nel tempo che ritorna e che è sempre un altro, pieno del Senso e delle cose. Viaggio a Montevideo rappresenta una lontananza che, come tale, non è mai raggiunta, è un viaggio che ammette la partenza, il ritorno mentre «il tempo  è scorso, si è addensato, è scorso» (Campana 2003, 49). Il titolo del film di Giovanni Cioni – presentato nella sezione Satellite alla Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro 2017 – recupera tutta la cosmogonia poetica di Dino Campana il cui movimento squama il paesaggio su cui l’occhio si posa per aprire un varco, «un ponte di passaggio» che anticipa la visione.”

Older posts «