Apr
06

Conversazione su LE PAROLE E LE COSE

Conversazione con Daniela Brogi per Le Parole e le cose, febbraio 2014
Giovanni Cioni è uno degli autori italiani di cinema documentario più apprezzati all’estero. Nato a Parigi nel 1962 e vissuto a Bruxelles, da qualche anno è tornato in Italia. Tra i suoi lavori più noti: Gli Intrepidi (2012), ispirato a Emilio Salgari, presentato a Venezia alle Giornate degli Autori; In Purgatorio (2009), dedicato al culto napoletano dei morti e delle anime del Purgatorio e premiato al Festival dei Popoli (Premio del Pubblico) e al Cinéma du Réel; Nous/Autres (2003), dedicato al rapporto tra memoria e presente attraverso il racconto di due anziani profughi ebrei; Lourdes Las Vegas (1999), un lavoro sull’immaginario degli adolescenti protagonisti di uno spettacolo teatrale

Aug
25

DAL PARADISO e IN PURGATORIO…

Questa ultima settimana di agosto:

nell’ambito dell’omaggio a Carlo Monni proiezione di DAL PARADISO, un mio film corto del 2006 con Carlo Monni e Andrea Cambi

lunedì 26 agosto ore 21.30, Parco dell’Anconella, Via Di Villamagna 39d, Firenze

“Si muore una volta sola, e in quella occasione ci vuole qualcuno che ci porti là dove non abbiamo mai potuto permetterci di andare. Un momento nella vita di un impresario di viaggi “post-mortivi”.”

con un estratto de GLI INTREPIDI, dove Carlo interpretava un corsaro…

“due film dove Monni riesce a dare il meglio di sé come attore drammatico e nei quali forse mostra il suo

Jul
21

PROJECTS

” Perdersi, navigare, viaggiare, come sintetizzeresti in un verbo il tuo modo di fare cinema? E perché?

Vivere. Nel senso in cui vivo quello che faccio, nel senso in cui il film è l’esperienza che si vive facendo il film, quello che si scopre facendolo, quello che si scopre dallo sguardo degli altri (…) Ognuno deve cercare il suo posto nel mondo e cercare di fare al meglio da lì dove vive e guarda e ascolta – e cercare di farlo al meglio con gli strumenti che ha. E per quanto mi riguarda cercando di capire cosa guardo, cosa ascolto, e cosa vivo. E vedo immagini, oggi si può vedere tutto, in tempo reale, e questo fatto di

Older posts «