Sep
27

UN CINEASTA DELL’INVISIBILE (it-fr)

Luciano Barisone, per Viaggio in Italia, Annecy Cinéma Italien, settembre 2019
Giovanni Cioni è un cineasta di parola. Non solo e non tanto perché da anni resta fedele ai suoi precetti di messa in scena documentaria, ma soprattutto perché nel suo cinema l’espressione verbale ha un’importanza fondamentale, insieme ai corpi che la pronunciano, gli spazi che essi abitano, la struttura e i tempi del racconto.
La messa in scena della parola nell’ambito del documentario è una sfida sul terreno della televisione, ma dalla parte del cinema. Avvicinare i due termini, «parola» e «messa in scena», evidenzia infatti la differenza fra il documentario e il reportage, avvicinando il primo allo statuto che da sempre ha la finzione. Nel cinema di Cioni la parola unisce il suono che